Benvenuti a Ohrid

Detta la “perla dei Balcani”, la città vecchia di Ohrid è oggi la meta turistica di maggior richiamo della Macedonia.

Conosciuta nel medioevo come la “Gerusalemme slava” – tanto che il viaggiatore ottomano Evlia Celebia sosteneva, nel XV secolo, che la città contasse 365 cappelle, una per ogni giorno dell’anno –, Ohrid, anche nota con il nome di Ocrida, fu centro culturale, religioso e artistico tra i più importanti dell’intera Penisola Balcanica e dell’Europa Slava.

Culla dell’alfabeto cirillico, già sede di una delle più antiche università europee, dal 1979 la città e il suo lago sono inclusi dall’Unesco nella lista dei Patrimoni dell’Umanità. Il lago di Ohrid – una distesa d’acqua lunga 32 chilometri, per due terzi in territorio macedone e per un terzo in Albania – rappresenta una vera e propria meraviglia, un mare d’acqua limpidissima in cui è d’obbligo tuffarsi.

Detta la “perla della Macedonia”, la città vecchia di Ohrid è oggi la meta turistica di maggior richiamo della Macedonia. «Se non avete visto Ohrid, non avete visto la Macedonia», scrive La "Lonely Planet".

Volete vederne di più? Andate alla Video Immersione

Il Diario di Viaggio continua

Detta la “perla dei Balcani”, la città vecchia di Ohrid è oggi la meta turistica di maggior richiamo della Macedonia. Il fascino del lago è una storia lunga secoli.

Da Skopje, capitale della Macedonia, è semplice raggiungere le sponde del lago di Ohrid. Ecco tre soluzioni di viaggio: trasferimento in autobus, noleggio, taxi.

Avviso ai piccoli naviganti sotto i 14 anni di età: ad Ohrid vi divertirete un bel po’. Con buona pace di quei petulanti di adulti con cui dovrete condividere le vacanze.

Slide background